A love letter to the British Leavers and Tories after the 2019 elections

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Dear British Leavers and Tories,

I humbly remind you that the English Empire collapsed one century ago and so your attitude of superiority which fuels Brexit is quite pathetic today: I remember that the day of the opening of the Chunnel one of your papers wrote “we already smell garlic”. So now please leave the EU quickly to enjoy the pleasure of cultural and economic isolation and please be fast in forcing out-of-time visa and passport to enter your rainy land, USSR style. At home I hope you belong to the few because if you are part of the many the welfare state you invented is going to go down the drain.

I know that we, the Italians, have no right to speak since we elected a corrupt mafia-linked immoral tycoon for more than twenty years, but anyway let me say that wherever there is a monster politician in the West we hurry to elect him. You now have yours, so hurry to the deadly embrace of your new PM’s doppelgänger, Mr. Trump the impeached-to-be president, like in the movie US, which we may also read U.S., and now maybe also U.K. Mr. Johonson’s American doppelgänger can’t wait to take advantage of your isolation and exploit you economically with an unbalanced bilateral trade deal. “Imagine there’s no countries, It isn’t hard to do, Nothing to kill or die for”: dear John, it very hard to even think about that now. Waiting for your next declaration that “the continent is isolated” if there is another U.K. black-out, I also suggest you to go back to your traditional fish&chips and vegetables-boiled-to-death cuisine, in order to brexit the Mediterranean diet too, too healthy for your traditional habits.

One last thing, if I may: many leavers thought Brexit could help to stop the migrants’ ‘invasion’; it won’t, simply because you cannot avoid human beings fleeing starvation, wars and desperation. They come to us – rightfully – since we are an oasis of opulence next to their wasteland countries. We – the Italians – know it better.

Long live the Queen – and Camilla!

 

Italian translation

Lettera d’amore a leavers e Tories britannici dopo le elezioni del 2019

Cari leavers e Tories britannici,

Vi rammento umilmente che l’impero inglese è crollato un secolo fa e quindi il vostro atteggiamento di superiorità che alimenta la Brexit è oggi abbastanza patetico: mi ricordo che il giorno dell’apertura del Chunnel uno dei vostri quotidiani scrisse “sentiamo già odore d’aglio”. Quindi, per favore, lasciate al più presto l’UE per godere del piacere dell’isolamento culturale ed economico e siate veloci nel rendere obbligatori anacronistici passaporti e visti per entrare nella vostra terra piovosa, stile URSS. A casa vostra spero che apparteniate ai ‘pochi’ perché se siete parte dei ‘molti’ lo stato sociale che avete inventato sta per volar via.
So che noi italiani non abbiamo il diritto di parlare in quanto abbiamo eletto un magnate corrotto, immorale e legato alla mafia per più di vent’anni, ma lasciatemi comunque dire che ovunque ci sia un politico mostro in Occidente ci affrettiamo ad eleggerlo. Ora anche voi avete il vostro, quindi affrettatevi ad accoglier l’abbraccio mortale del doppione del vostro nuovo Primo Ministro, Mr. Trump, il presidente in stato di impeachment, come nel film US, che potremmo anche leggere U.S., e ora forse anche U.K. Il doppione americano di Mr. Johonson non vede l’ora di approfittare del vostro isolamento e sfruttarvi economicamente con un accordo commerciale bilaterale sbilanciato. Immagina che non ci siano paesi, non è difficile, niente per cui uccidere o morire: caro John, è molto difficile anche solo pensare a questo ora. In attesa che dichiariate nuovamente che “il continente è isolato” se ci sarà un altro black-out in U.K., vi suggerisco anche di tornare alla vostra cucina tradizionale di fish&chips e verdure stracotte, per far sì che anche la dieta mediterranea, troppo sana per le vostre abitudini tradizionali, faccia parte della Brexit.

Un’ultima cosa, se posso permettermi: molti leavers pensavano che la Brexit avrebbe potuto aiutare a fermare ‘l’invasione’ dei migranti; non lo farà, semplicemente perché non si può evitare che gli esseri umani fuggano dalla fame, dalle guerre e dalla disperazione. Vengono da noi – giustamente – poiché siamo un’oasi di opulenza non distante dai loro paesi desolati. Noi – gli italiani – questo lo sappiamo bene.

Viva la Regina – e Camilla!

Subscribe to my newsletter
for free updates about my work
Insert your main email address. You will receive a free gift and you'll have access to my newsletter!

Insert your name

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field