Perry Mason 2020: tough guy lawyer of the thirties

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Perry Mason 2020, TV series, season 1, 8 episodes, Sky Atlantic on-demand/box set.

As soon as we decided to start an English language film review section for our school, cinemas closed down. Not to give up hope, let’s try again with new quality TV series, the only features we can watch in our forced ‘stay at home’ situation.

Tough-Guy-Writers-of- the-Thirties

Photo from Goodreads

I borrowed this title form a book called Tough Guy Writers of the Thirties, an old collection of essays edited by D. Madden. The volume takes us back to the American literature of the 30s and 40s, the period in which the ‘hard-boiled novel’, that we call romanzo poliziesco americano d’azione, emerged. Dashiell Hammett and Raymond Chandler are the most important authors of this genre that we generally identify as noir today, even if this French word actually defines the so-called Hollywood film noir of the 40s, action movies showing the dark side of the American society based on those novels and whose iconic face is Humphry Bogart’s.

Earle Stanley Gardner, the creator of the fictional lawyer Perry Mason, is one of these writers. Perry Mason’s novels are defined as courtroom procedural. The least young of us should be familiar with one of the most successful TV series of the 50s and 60s adapted from the books, starring Raymond Burr as Mason. This new Perry Mason is much more noir than procedural, being actually a prequel to the Mason we know, the famous courtroom lawyer. Here young Perry is a private detective in the hard-boiled tradition: he is down and out, with a disastrous family life, he drinks too much and is haunted by the ghosts of his past behavior in the Great War (the series is set in the early 30s in Los Angeles). That is to say, the standard cliché of the private investigator, nonetheless very intriguing and fascinating.

The film is indeed a nightly mystery filled with noir elements: sin, treason and corruption fill the sunny Los Angeles streets; the upper classes, the police, the religious fanatic congregations are corrupt and linked to the gangsters and the criminal underworld. And there are, of course, a  couple of inevitable ‘dark ladies’.

The filming, the visual is stunning: it’s possibly one of the most visually gorgeous TV series ever produced, a Kodachrome retelling of 1930s LA, with all the stars so beautiful that charisma sizzles off them like a steak, and sin, a constant undercurrent of sin, sin and dirtiness bubbling under the streets like hot lavathe impeccable lighting choices create an ambience akin to the best black-and-white noirs, only in color (the shadows, the key lights, the night shoots…) (Thrillist.com)

dark ladies

Young private detective Mason is the personification of the hard-boiled hero, the ‘principle of redemption’ in an obscure world, as Chandler defines him in his 1944 essay The Simple Art of Murder:

In everything that can be called art there is a quality of redemption…. But down these mean streets a man must go who is not himself mean, who is neither tarnished nor afraid. The detective in this kind of story must be such a man. He is the hero; he is everything. He must be a complete man and a common man and yet an unusual man. He must be, to use a rather weathered phrase, a man of honor – by instinct, by inevitability, without thought of it… 

…. He is a relatively poor man, or he would not be a detective at all. He is a common man or he could not go among common people….

…. The story is this man’s adventure in search of a hidden truth, and it would be no adventure if it did not happen to a man fit for adventure….

Matthew Rhys – who takes Mason to a haunted, abstract un-place… – is excellent, as are most of the cast… (The Guardian), in particular, Mason’s partner/secretary Della Street (Juliet Rylance), who is gay in a world in which it is still a sin, and LAPD officer Paul Drake (Chris Chalk), a black, discriminated, honest cop. They are characters from the original series, now (and obviously not then) drop-outs who we’ll meet again, as they are going to form Mason’s team in the following seasons.

Mason, Della and Drake

One last word about the plot. Like in the noir tradition, it is complex and articulated: in the end, when the mystery is solved, the spectator asks himself if the parts of the puzzle he has fought hard to put together are precise. Do not expect an A. Christie’s type of solution, one in which crime is punished and order re-established. Here the world is not that black and white, and the different degrees of grey makes us wonder who are the heroes and who the villains. Besides, traditional happy endings do not exist in classic noir as well: the hero can win a battle but the war against corruption and mayhem is out of reach. In the last episodes of this series Mason becomes (in a paradoxical way) a lawyer and, after the conclusion of the case, he puts up a studio with Della and Drake, on his way to become the character we know – a veiled way to announce season 2.

Eight-hour shows are something alien to a moviegoer like me, so instinctively I feel impatient for slow-burn thrillers built on a stretched plot. But, just after watching the beginning, Perry Mason’s imagery, its focus on characterization and language made me change my mind. From the pilot to the final episode, Perry Mason knows itself: This Perry Mason is a rebel, and he’s bringing everyone along for the ride. In other words, Perry Mason is an exquisitely rendered crime noir made for people who appreciate the genre — or simply people who appreciate thoughtful, detailed, and purposeful storytelling in general (IndiWire.com).

Just in case you liked the lot and, like Oliver Twist, ‘want some more’, you can watch True Detective, Boardwalk Empire and, naturally, The Irishman, directed by the acclaimed gangster movie mogul Martin Scorsese (available on Netflix).

Italian version (traduzione di Maurizio Sabbadini)

Non appena abbiamo deciso di avviare una sezione di recensioni di film in lingua inglese per la nostra scuola, i cinema hanno chiuso. Per non perdere la speranza, riproviamo con nuove serie TV di qualità, gli unici spettacoli che possiamo guardare nella nostra situazione forzata di “stare in casa”.

Ho preso in prestito questo titolo da un libro intitolato “Tough Guy Writers of the Thirties”, una vecchia raccolta di saggi a cura di D. Madden. Il volume ci riporta alla letteratura americana degli anni ’30 e ’40, periodo in cui è emerso il ‘romanzo hard-boiled’, che noi chiamiamo romanzo poliziesco americano d’azione. Dashiell Hammett e Raymond Chandler sono gli autori più importanti di questo genere che oggi generalmente identifichiamo come noir, anche se questa parola francese definisce in realtà il cosiddetto film noir di Hollywood degli anni ’40, film d’azione che mostrano il lato oscuro della società americana basata su quei romanzi e il cui volto iconico è quello di Humphry Bogart.

Earle Stanley Gardner, il creatore dell’avvocato fittizio Perry Mason, è uno di questi scrittori. I romanzi di Perry Mason sono definiti “procedurali da aula”. I meno giovani di noi dovrebbero avere familiarità con una delle serie TV di maggior successo degli anni ’50 e ’60 adattate dai libri, con Raymond Burr nei panni di Mason. Questo nuovo Perry Mason è molto più noir che procedurale, essendo in realtà un prequel del Mason che conosciamo, il famoso avvocato. Qui il giovane Perry è un detective privato nella tradizione hard-boiled: è depresso e emarginato, con una vita familiare disastrosa, beve troppo ed è perseguitato dai fantasmi del suo passato comportamento nella Grande Guerra (la serie è ambientata in primi anni ’30 a Los Angeles). Vale a dire, il cliché standard dell’investigatore privato, tuttavia molto intrigante e affascinante.

Il film è davvero un mystery notturno pieno di elementi noir: peccato, tradimento e corruzione riempono le soleggiate strade di Los Angeles; le classi superiori, la polizia, le congregazioni religiose fanatiche sono corrotte e legate ai gangster e alla malavita criminale. E ci sono, ovviamente, un paio di inevitabili “dark ladies”.

Le riprese, le immagini sono sbalorditive: è forse una delle serie TV visivamente più belle mai prodotte, una rivisitazione Kodachrome della Los Angeles degli anni ’30, con tutte le stelle così belle che il carisma sfrigola su di loro come una bistecca, e il peccato, una costante corrente sotterranea di peccato, peccato e sporcizia che ribollono sotto le strade come lava calda… le scelte di illuminazione impeccabili creano un’atmosfera simile ai migliori noir in bianco e nero, ma a colori (le ombre, le luci principali, le riprese notturne …)

Il giovane detective privato Mason è la personificazione dell’eroe duro, il “principio di redenzione” in un mondo oscuro, come lo definisce Chandler nel suo saggio del 1944 “The Simple Art of Murder”:

in tutto ciò che si può chiamare arte c’è una qualità di redenzione…. Ma per queste strade corrotte deve andare un uomo che non sia egfli stesso corrotto, che non sia né offuscato né spaventato. Il detective in questo tipo di storia deve essere un uomo simile. È l’eroe; lui è tutto. Deve essere un uomo completo e un uomo comune e tuttavia un uomo insolito. Deve essere, per usare una frase piuttosto datata, un uomo d’onore – per istinto, per inevitabilità, senza pensarci …

È un uomo relativamente povero, altrimenti non sarebbe affatto un detective. È un uomo comune o non potrebbe andare tra la gente comune….

…. La storia è l’avventura di quest’uomo alla ricerca di una verità nascosta, e non sarebbe un’avventura se non accadesse a un uomo adatto all’avventura….

Matthew Rhys – che porta Mason in un ‘non-luogo’ infestato e astratto … – è eccellente, come la maggior parte del cast … (The Guardian) In particolare lo sono, la compagna / segretaria di Mason Della Street (Juliet Rylance), che è gay in un mondo in cui è ancora un peccato, e l’ufficiale della polizia di Los Angeles Paul Drake (Chris Chalk), un poliziotto nero, discriminato e onesto. Sono personaggi della serie originale, ora (e ovviamente non allora) emarginati che incontreremo di nuovo, dato che formeranno la squadra di Mason nelle stagioni successive.

Un’ultima parola sulla trama. Come nella tradizione noir, è complessa e articolata: alla fine, risolto il mistero, lo spettatore si chiede se le parti del puzzle che ha lottato duramente per mettere insieme siano precise. Non aspettatevi un tipo di soluzione alla A. Christie’s, in cui il crimine viene punito e l’ordine ristabilito. Qui il mondo non è così in bianco e nero, e i diversi gradi di grigio ci fanno domandare chi sono gli eroi e chi i cattivi. Inoltre, il lieto fine tradizionale non esiste anche nel noir classico: l’eroe può vincere una battaglia, ma la guerra contro la corruzione e il caos è fuori portata. Negli ultimi episodi di questa serie Mason diventa (in modo paradossale) un avvocato e, dopo la conclusione del caso, mette su uno studio con Della e Drake, prendendo dunque la via per diventare il personaggio che conosciamo – un modo velato per annunciare la stagione 2.

Le serie tv di otto ore sono qualcosa di estraneo a un amante del cinema come me, quindi istintivamente mi sento impaziente rispetto ai thriller a combustione lenta costruiti su una trama stiracchaita. Ma, subito dopo aver visto l’inizio, le immagini di Perry Mason e la sua attenzione alla caratterizzazione e al linguaggio mi hanno fatto cambiare idea. Dal pilot all’episodio finale, Perry Mason conosce sé stesso: questo Perry Mason è un ribelle e sta portando tutti con sé nel suo viaggio. In altre parole, Perry Mason è uno squisito crime noir creato per le persone che apprezzano il genere – o semplicemente per le persone che apprezzano una narrazione ponderata, dettagliata e propositiva in generale (IndiWire.com).

Nel caso ti sia piaciuto e, come Oliver Twist, “tu ne voglia ancora”, puoi guardare True Detective, Boardwalk Empire e, naturalmente, The Irishman, diretto dall’acclamato magnate del film gangster Martin Scorsese (disponibile su Netflix).

 

Subscribe to my newsletter
for free updates about my work
Insert your main email address. You will receive a free gift and you'll have access to my newsletter!

Insert your name

Lascia un commento da Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field